Skip navigation.
Home
L'angolo italiano della Caverna

Re Ji

| | | |

Testo originale

Ji – Salì al trono nel 4438 alla giovanissima età di 36 anni.

La combinazione di un Re apparentemente immaturo e debole, con la tensione che stava crescendo all'interno di D'ni sugli stranieri e i principi religiosi, passò alla storia come negativa.

All'inizio del suo regno, registrazioni del governo dicono che Ji fu sorpreso dalla nuova vita di palazzo e dai lussi che gli offriva. "Sembrava molto più interessato a quale tipo di cibo gli sarebbe stato servito per colazione piuttosto che a se D'ni avrebbe o meno dovuto richiamare tutti i suoi cittadini che vivevano in Ere straniere, come alcuni consigliavano," scrisse un autore anonimo.

A causa di questa apparente mancanza di interesse verso i reali problemi, furono i Gran Maestri a diventare ben presto i più frustrati con Ji. Fu detto da alcuni Gran Maestri, in diari privati, che Ji si sarebbe trovato di tutto cuore d'accordo con loro, mentre gli presentavano le loro strategie e piani, e poi sarebbe stato d'accordo con i loro oppositori un'ora dopo.

L'indecisione di Ji portò a scarsi segni di progresso ed una completa frustrazione per la maggioranza di D'ni. Per la prima volta in molti anni, i segni della divisione cominciarono apparire come durante i 2500. I credo religiosi un tempo uniti mostrarono segni di divisione, le classi un tempo unite cominciarono a separarsi in ricchi e poveri, ed i "Governatori di Mondi" un tempo sicuri di sé cominciarono a domandarsi se potessero governare persino sé stessi.

In aggiunta alla confusione, c'erano le parole dell'Osservatore. L'Osservatore, come era chiamato, era il bambino che era stato partorito tra le Ere ed ora, voci dicevano, aveva l'abilità di vedere oltre il tempo, il passato, il presente e il futuro.

Nel 4500 scrisse "Parole", un volume di 625 righe che descriveva le sue visioni di D'ni. Gran parte del libro riguardava una grande distruzione di D'ni che un giorno sarebbe avvenuta, ed i segni che sarebbero giunti con quella distruzione. Molti affermarono che il libro cavalcasse il caso del momento e lo scartarono come spazzatura, mentre altri ne sembrarono piuttosto intrigati.

Sempre nel 4500, il Gran Maestro Kinef della Gilda dei Legislatori avanzò una proposta che avrebbe ammesso l'uso dell'istruzione privata separata dalle Gilde. Sebbene molti sembrassero spaventati dall'idea, poiché l'istruzione e le Gilde erano sempre stati considerati inseparabili [1], la proposta alla fine passò con un esile margine. [2] Ji apparentemente aveva poco da dire sulla proposta in un senso o nell'altro.

Ji si sposò nel 4502 con Milane, una donna che era stata sposata altre tre volte. Era la prima per Ji, e la profetessa che lo consigliava si era espressa con forza a sfavore. Il matrimonio durò 25 anni prima di finire, e segnò la prima volta in cui un Re divorziò da una delle mogli.

Ji si risposò nel 4565 con una donna 100 anni più giovane, una cosa culturalmente inaccettata. Furono le voci che fosse figlia dell'Osservatore a creare problemi. Lei negava l'affermazione ma mostrò un grande interesse nelle sue scritture e convinse Ji a fare lo stesso.

Il matrimonio durò fino al 4645 quando la moglie di Ji svanì. Alcuni dissero che degli stranieri l'avevano rapita [3] (visto che nulla era stato deciso a loro riguardo), altri dissero che Ji l'avesse assassinata [4], ed altri che fosse tornata da suo padre, l'Osservatore (sebbene l'Osservatore fosse morto nel 4606). [5]

L'ultima moglie di Ji fu una delle sue profetesse a cui aveva chiesto consigli, segnando un'altra prima volta per un Re. I due furono sposati fino alla morte di Ji nel 4692. Egli lasciò il trono al terzo figlio di un amico intimo. Aveva 290 anni.

Per riassumere il regno di Ji, un autore scrisse, "Vi fu un sospiro collettivo di sollievo in tutta la caverna nel giorno in cui finalmente ci lasciò." [6]

  1. Come detto da Kinef durante i dibattiti del Consiglio nel 4500
  2. Sembra che l'istruzione privata non ricevette mai realmente l'ammirazione e il rispetto del popolo e perciò non ebbe mai realmente successo
  3. Comune tra coloro che ancora volevano linee guida più severe riguardo il coinvolgimento degli stranieri
  4. Uno dei giardinieri di Ji affermò di aver assistito all'omicidio con i propri occhi
  5. Sebbene si credeva che l'Osservatore fosse morto nel 4606 vi erano numerose voci di persone che affermavano di averlo visto e di averci parlato
  6. Tratto da un manoscritto scoperto di recente che apparentemente non fu mai pubblicato


Ji – Took the throne in 4438 at the very young age of 36.

The combination of an apparently immature and weak King, along with the tension that was growing within D´ni over the outsiders and religious principles, went down in history as a bad one.

At the start of his reign, government records say Ji was overtaken with his new palace life and the luxuries it afforded him. “He seemed much more concerned with what kind of food he would be served for breakfast than whether or not D´ni should pull back all of its people who were living in outside Ages, as some were suggesting,’ wrote one anonymous author.

Because of his apparent lack of concern over the real issues, it was the Grand Masters who quickly became the most frustrated with Ji. It was said by a few Grand Masters, in private journals, that Ji would whole-heartedly agree with them, while they resented their strategies and plans, and then agree with their challenges an hour later.

The indecision by Ji made for little evidence of progress and complete frustration for most of D´ni. For the first time in many years, the signs of division began to appear as they had during the 2500´s. The once unified religious beliefs showed signs of splitting, the once unified classes began to separate into rich and poor, and the once confident “Rulers of Worlds’ began to wonder whether they could rule even themselves.

Adding to the confusion, were the words of The Watcher. The Watcher, as he had come to be called, was the child who had been born between Ages and now, rumors said, had the ability to see beyond time, past, present, and future.

In 4500[,] he wrote “Words’, a 625-line volume describing his visions of D´ni. Much of the book dealt with a great destruction of D´ni that would one day occur, and the signs that would come with that destruction. Many claimed that the book was seizing upon the chaos of the day and dismissed it as rubbish, while others seemed to be rather intrigued.

Also in 4500, Guild Master Kinef of the Guild of Legislators brought forth a proposal that would allow the use of private education separate from the Guilds. Although many seemed frightened of the idea, as education and the Guilds had always been thought of as inseparable1, the proposal eventually passed by a slim margin2. Ji seemingly had little to say on the proposal one-way or the other.

Ji was married in 4502 to Milane, a woman who had been married three previous times. It was Ji´s first, and the prophetess advising him had strongly spoken against it. The marriage lasted twenty-five years before ending, and marked the first time any King had divorced one of his wives.

Ji remarried in 4565 to a woman 100 years younger, something culturally excepted[sic]. It was the rumors [sic] that she was the daughter of The Watcher that created problems. She denied the claim but did show quite a bit of interest in his writings and convinced Ji to do the same.

The marriage lasted until 4645 when Ji´s wife vanished. Some said outsiders had taken her3 (since nothing had been resolved concerning them), others said Ji had murdered her4, and others said she had returned to her father, The Watcher (even though The Watcher died in 4606)5.

Ji´s final wife was one of his own prophetesses he had sought for advice, marking another first for a King. The two were married until Ji´s death in 4692. He left the throne to the third son of a close friend. He was 290 years old.

To sum up Ji´s reign, one author wrote, “There was a collective sigh of relief throughout the cavern on the day he finally left us.’6

  1. As spoken by Kinef during debates to the Council in 4500
  2. It seems private education never really received near the admiration and respect from the public and thus never truly succeeded
  3. Common among those still wanting more strict guidelines pertaining to outside involvement
  4. One of Ji's gardeners claimed he witnessed the murder with his own eyes
  5. Though The Watcher was believed to have died in 4606 there were numerous rumors of people claiming to have seen him and talked to him
  6. Taken from a recently discovered manuscript that was apparently never published