Skip navigation.
Home
L'angolo italiano della Caverna

Re Gan

| | | |

Testo originale

Gan – Salì al trono nel 2015 all'età di 144 anni. Sebbene non fosse necessariamente convinto della grandezza del Grande Re, o di Yahvo se è per questo, Gan fu ben diverso dal despota che fu suo padre.

Sfortunatamente, non gli fu mai veramente concessa l'opportunità di fare molto per la sua gente, poiché i "peccati" di sua nonna consumarono il suo regno nel trono.

Sei mesi dopo l'incoronazione di Gan i primi segni dell'epidemia* cominciarono a mostrarsi. Alla fine i Guaritori scoprirono che l'epidemia era una versione evoluta della malattia che Ahlsendar aveva creato per distruggere i Pento. La versione evoluta dimezzò la durata della vita media D'ni e causò infertilità di massa. Per gli anziani ed i giovani, la morte arrivava solitamente rapida sotto forma di arresto cardiaco.

La comparsa dell'epidemia, e il conclusivo annuncio che essa era simile a quella che il Grande Re aveva creato, spinse il pubblico a scagliare gran parte del loro biasimo per la malattia sul Grande Re. Ben poche persone sapevano della richiesta di Jolatha di aprire la tomba. Coloro che sapevano della rottura del sigillo sembravano non averne parlato, o forse non furono ascoltati se lo fecero. Numerose registrazioni indicano che, per quanto riguardava il pubblico, l'epidemia fu colpa del Grande Re.

Alquanto sorprendentemente, visto il tasso di infertilità, Gan riuscì ad avere un figlio nel 2050. Morì venti anni dopo all'età di 199 anni, dopo essere stato al trono per soli 55 anni (il più breve di qualsiasi regno).

Gan lasciò a suo figlio una popolazione che stava lentamente morendo, sia fisicamente che emozionalmente, e non c'era cura in vista.

* L'Epidemia finì per uccidere oltre un quarto della popolazione D'ni e dimezzare il tasso di natalità, finché non fu trovata la cura nel 2262.


Gan - Took the throne in 2015 at the age of 144. Though he was not necessarily convinced of the greatness of the Great King, or Yahvo for that matter, Gan was far from the despot his father was.

Unfortunately, he was never quite given the chance to do much for his people, as the "sins" of his grandmother consumed his reign in the throne.

Six months after Gan's coronation the first signs of the plague* began to show themselves. Eventually, the Healers would discover that the plague was an evolved version of the disease that Ahlsendar had created to destroy the Pento. The evolved version cut D'ni life spans in half and caused massive infertility. For the elderly and the young, death usually came quickly in the form of heart failure.

The appearance of the plague, and the eventual announcement that it was similar to what the Great King had created, caused the public to cast most of their blame for the illness on the Great King. Very few people knew of Jolatha's request to open the tomb. Those who knew of the breaking of the seal seemed to have not spoken of it, or possibly were not heard if they did. Numerous records indicate that as far as the public was concerned, the plague was the Great King's fault.

Somewhat surprisingly, because of the infertility rates, Gan managed to have a son in 2050. He died twenty years later at the age of 199 after being in the throne for only 55 years (the shortest of any King).

Gan left his son a population that was slowly dying, both physically and emotionally, and there was no cure in sight.

* The Plague ended up killing over a quarter of the D'ni population and cutting birth rates in half, until its cure was found in 2262.