Skip navigation.
Home
L'angolo italiano della Caverna

Capitolo 3: Myst

In oscure circostanze uno Straniero si trova davanti uno strano libro intitolato Myst. Sfogliandolo, ad un certo punto si trova davanti all'immagine in movimento che mostra una veduta aerea di una strana isola. Appoggiandovi sopra la mano, senza pensarci, d'improvviso lo straniero si ritrova catapultato nell'immagine.
Guardandosi intorno, nota di essere nel piccolo porticciolo dell'isola; in sottofondo si sente il rumore dell'acqua e dei gabbiani intorno. Impossibilitato a tornare nel suo mondo, lo Straniero inizia a dare un'occhiata intorno...
Oltre ad un biglietto scritto da qualcuno che si firma Atrus destinato alla moglie o compagna Catherine, l'isola di Myst contiene molte strane costruzioni. Quella centrale sembra essere una sorta di biblioteca. Al suo interno, in uno scaffale, sono presenti molti libri rovinati dalle fiamme; i soli rimasti sostanzialmente intatti sembrano alcuni diari in cui lo scrittore descrive strani mondi surreali, le sue esplorazioni e comprende mappe e disegni di bizzarri macchinari. I diari sono scritti come se apparentemente quei mondi fossero stati creati dall'autore stesso.
Su due leggii posti sopra due piedistalli si trovano anche un Libro rosso e un Libro blu, ciascuno con vicino una pagina dello stesso colore. Aprendo questi Libri, si notano due immagini disturbate, ma riattaccando le relative pagine, si incomincia a scoprire che ciascuno di essi contiene, intrappolati in un mini-universo, due uomini. I due personaggi, Sirrus e Achenar, chiedono ciascuno di riattaccare ai libri solo le pagine del colore del proprio Libro, che sono sparse per le Ere descritte nei libri della biblioteca, per liberarli dal Libro-Prigione in cui il padre li ha intrappolati a causa del tradimento dell’altro fratello che l'ha coinvolto suo malgrado.
Continuando ad esplorare l'isola lo Straniero scopre, nascosti da strani e complicati meccanismi, altri Libri di Collegamento. Questi Libri portano ciascuno ad una delle Ere scritte da Atrus (Stoneship, Selenitic, Mechanical e Channelwood).
In questi mondi sono disseminati indizi sul tetro e oscuro passato di avidità e violenza sugli abitanti delle Ere.
Alla fine lo straniero dovrà liberare Sirrus o Achenar? O entrambi? O nessuno dei due?
Lo Straniero capisce che i due fratelli stanno mentendo e che l'unico da salvare è Atrus, intrappolato a K'veer, portandogli la pagina strappata dai figli. Atrus riesce finalmente a tornare a Myst e lì fa giustizia sommaria, eliminando per sempre i due Libri rosso e blu.

Ma non c'è pace per il povero Atrus. La moglie è intrappolata su Riven nelle mani di Gehn. E come se non bastasse, Riven è un’Era morente, che ha i giorni contati. Atrus non può muoversi dal suo studio a K’veer, perché deve modificare il Libro Descrittivo di Riven e cercare di "riparare" l'Era nella quale è imprigionata Catherine.


NOTA: in realtà i due figli di Atrus non sono imprigionati a metà tra le due Ere (Myst e l'Era Prigione) come viene lasciato intendere nel gioco. Infatti la parte della storia riguardo i cosiddetti Libri-Trappola non è più considerata Canonica, come da una nota dello storico della Cyan, R.A.Watson:
http://web.archive.org/web/20060522125622/www.dnidesk.com/rawa4.html